Chiara e Loris, rispettivamente 12 e 15 anni, sono volati alla fine di Maggio a Dublino  per presentare i propri progetti nell'ambito di una manifestazione internazionale che vede protagonisti giovani talenti dai 7 ai 17 anni provenienti da tutto il mondo.

I Coolest Projects, questo è il nome della manifestazione, sono innanzitutto una festa dove ragazzi e ragazze appassionati di tecnologia si incontrano e scambiano idee, consigli e punti di vista sui progetti esposti.

Ma i Coolest Projects sono anche una competizione dove i partecipanti sono chiamati a dare ragione delle proprie scelte progettuali a un team di giudici severi e capaci allo stesso tempo di mettere a loro agio questi giovani Tesla del ventunesimo secolo e tirare fuori le loro migliori qualità in termini di pensiero logico e dialettica: non è raro allora vedere bambini di 7-8 anni che raccontano con entusiasmo (e sicuramente un poco di emozione) i propri progetti e argomentano in maniera concitata le proprie idee e intuizioni con giudici attenti e curiosi. Tutto rigorosamente in lingua inglese.

Chiara e Loris non sono stati gli unici partecipanti italiani, ma a differenza di altri, sono arrivati a Dublino dopo essersi aggiudicati i primi posti nella competizione indetta dal chapter milanese dell'iniziativa in collaborazione con il Politecnico di Milano a Novembre 2018. Qui c'erano anche Jacopo, Gabriele, Alessandro, Ilaria e tanti altri che hanno partecipato ai Coolest Projects Milano e hanno affinato i loro progetti in vista della prova di Dublino.

Il prossimo appuntamento per tutti coloro che hanno la tecnologia nella testa e nel cuore e desiderano mettersi in gioco in un contesto internazionale si chiama International STEM Awards e ha l'ambizione di evolvere l'esperienza dei Coolest Projects estendendo, tra le altre cose, l'età dei partecipanti fino a 24 anni.

La giornalista Antonella De Gregorio ha parlato di Coolest Project e della nuova iniziativa International STEM Awards in questo articolo del Corriere della Sera uscito anche in edicola nella versione cartacea.