Il 10 Aprile 2019 verrà ricordato come il giorno in cui il mondo intero ha visto per la prima volta l'immagine di un buco nero.

E' stato un grande giorno per la scienza e una data memorabile per le donne che operano in ambito STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) anche grazie al contributo della giovane scienziata Katherine Bouman che ha sviluppato, insieme ad alcuni colleghi, l'algoritmo che ha reso possibile la scoperta.

Nonostante ciò le donne oggi costituiscono solo il 25%  delle figure impegnate nell'industria delle STEM e, secondo i sondaggi svolti da alcune autorevoli aziende, ciò potrebbe essere dovuto alla carenza di esempi femminili da seguire.

Negli anni '90 la maggior parte delle donne che lavoravano in ambito STEM dichiaravano di essere state ispirate nella propria scelta professionale dalla protagonista di X-Files, la dottoressa Dana Scully: in questo articolo potrete scoprire quanto sia importante che le ragazze abbiano modelli femminili a cui ispirarsi nella scelta della loro carriera nell'ambito delle scienze e delle nuove tecnologie.

Negli Stati Uniti un'associazione selezionerà 100 donne con professioni differenti e le formerà per un periodo di due anni affinchè possano condividere e comunicare in maniera efficace le proprie storie in video o di persona a un target di ragazze delle scuole medie.

Chi sarà la nuova Dana Scully che ispirerà la prossima generazione di ragazze a lavorare nelle materie STEM? Potrà l'iniziativa americana essere di esempio e ispirare le istituzioni italiane?